Vai ai contenuti

Archivio

Categoria: Argomenti vari

 

Galà di beneficienza in favore dei bimbi cardiopatici, rispondono in 1500.

 

Folle sui balconi dei Parioli; si canta con l’Orchestra italiana sotto fuochi magici.

 

 I fuochi d’artificio più spettacolari, rumorosi e colorati dell’estate romana, come da tradizione, quelli sparati dal Circolo Antico Tiro a Volo, luogo simbolo dove un tempo i nobili romani si dilettavano nel tiro al piattello, per festeggiare i 20 anni del nuovo corso, la gestione del vulcanico presidente, Michele Anastasio Pugliese.

Tra i 1500 ospiti c’era tutta la Roma che conta e tantissimi giovani al Galà organizzato, nonostante le previsioni meteorologiche disastrose e poi disattese, lo scorso giovedì nel parco del Tiro a Volo: un parterre ricco e variegato si è scatenato in pista, sotto le note delle più belle canzoni italiane eseguite da un Renzo Arbore in grandissima forma, mattatore della serata con la sua Orchestra italiana. I numeri? Sedici musicisti, 25 anni di carriera insieme e un nuovo tour estivo, partito proprio dal Tiro a volo, che girerà il mondo. La mission della serata è quella di raccogliere fondi

Eleonora Daniele con il Presidente Anastasio Pugliese e il consigliere Claudio Cosenza

per i bambini malati di cuore. I bimbi affetti da cardiopatie congenite che vivono in paesi sottosviluppati, protagonisti della Fondazione EUROPEAN HEART FOR CHILDREN-GLOBAL FORUM che porta cure, forma medici e costruisce ospedali dove l’assistenza sanitaria non esiste. Arbore, chitarra sotto braccio, incoraggia i presenti: “siamo fortunati, regaliamo una speranza a questi bambini affamati di vita, siate generosi!”. La madrina della serata, Eleonora Daniele, appena chiusa la diretta pomeridiana di Estate in diretta su Rai Uno, è salita sul palco e ha condotto una serata davvero riuscita che ha coinvolto anche tutti gli abitanti del quartiere Parioli appollaiati sui balconi come fosse un Gran Premio e che ha fatto scatenare in danze e tarantelle fino a tarda notte i soci, gli amici del circolo, tanti vip e giornalisti, coinvolti dall’organizzatore della serata Claudio Cosenza. Tra i presenti, il socio onorario Antonio Catricalà e consorte, Renato Schifani, Fausto e Lella Bertinotti, Gianni Rivera, Oliviero Beha, Lizia Azzariti, Virman Cusenza, Roberto e Vittoria Gervaso, Luca Bernabei, Anna Fendi, Antonino Di Maio, Vitaliano Turra’ (aeroporto di Fiumicino), Elena Bonelli, il presidente della Banca di Credito cooperativo di Roma (sponsor della festa), Francesco Liberati, l’Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede Francesco Maria Greco, Umberto Pizzi, Marisela Federici, l’ambasciatore della Grecia presso la Santa Sede George Papadopoulos, il consigliere di Stato Pasquale De Lise, l’avvocato generale dello Stato Michele Dipace, il professore Enrico Caroli, il colonnello dei Carabinieri Salvatore Luongo, Ettore Viola, il presidente del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo Giuseppe Lupoi, l’ex ministro Giovanni Maria Flick, il magistrato Simonetta Matone, l’imitatrice Gabriella Germani.

 Clarissa Domenicucci

di Giulio de Nicolais

L’immagine che vuoi rendere di te: Chi sei?

 
Di che segno zodiacale sei?
Il mio segno zodiacale ‘e il Toro.
 
 
Che tipo di pizza è la tua preferita?
Preferisco la capricciosa ed in genere il buon cibo italiano ed il vino raffinato.
 
Raccontaci in breve la storia della tua carriera professionale
Sin da bambina scopro la passione per la musica classica e per il pianoforte e inizio gli studi presso la scuola della Musica. Il mio percorso personale verso la scoperta della musica si corona con due titoli accademici: la Laurea presso  il Conservatorio di Kaliningrad nella facoltà di Direttore del coro e di Pianoforte e la
Laurea con Lode conseguita presso l’Accademia Internazionale della Musica di Rimskiy-Korsakov in San-Pietroburgo -nella facoltà di Cantante d’Opera. Una immensa gioia ho provato quando fui designata dalle Autorità  russe a ricevere  il Titolo di Stato   ”Musa di San-Pietroburgo” che  è il Riconoscimento del Paese nel campo dell’Arte e me lo consegnarono al Palazzo Smolniy di San-Pietroburgo. Altra grande emozione essere ammessa al Concorso Lirico Internazionale e vincerne il Secondo Premio.  
Da allora ho calcato i palcoscenico dei più famosi teatri del mondo come solista soprano. Ovunque il pubblico amante del bel canto ha condiviso con me le intense emozioni che genera l’ascolto delle arie come”Vissi d’Arte” nella Tosca, la “Traviata” di Verdi e la “Casta Diva” di Bellini.Ho vinto il Secondo Premio del Concorso Lirico Internazionale di Albena (Bulgaria) ed il Concorso Internazionale alla “Royal Academy Hall” di Londra.
 
Sono  l’unica artista al mondo, ad essere stata autorizzata a cantare le poesie di Papa Giovanni Paolo II -”La nostra terra”- e le “Stimmati” di Padre Pio al Josp  Festival di Roma.  Farlo, è stata una bella esperienza che mi ha regalato l’opportunità di vivere una profonda esperienza spirituale e di incontrare tantissimi giovani con i quali condividere le emozioni che donano la musica ed il canto; lì mi accorsi che per moltissimi, l’ascoltarmi, era stato il loro primo approccio con la lirica. Ebbi così l’idea di partecipare al concorso “Il Cantagiro 50 Anni” come cantante lirica-pop al Teatro della Fonte a Fiuggi. Era mia intenzione, infatti,    condurre la lirica fuori dal mondo degli amanti del bel canto. Lì vinsi il  Premio Speciale “1° Classificato-Il Cantagiro 50′Anni”, il CD dell’evento è stato poi presentato al Lounge del Festival di San Remo.
 
Il tuo sogno di donna
Un buon matrimonio , la maternità ed avere una meravigliosa famiglia.
 
 
Il tuo stilista preferito
Adoro le creazioni di Roberto Cavalli, di Blumarine e di Valeria Marini.
 
 
Il tuo progetto professionale
E’ molto ambizioso, è dedicato ai giovani. Vorrei far conoscere la Grande Lirica in stile moderno alle nuove generazioni. Sono stati arrangiati ed elaborati per me, con tale intento, sia l’aria “Vissi d’Arte” tratta dalla Tosca in lirica-rock, sia l’aria “Amour” tratta dalla Carmen in lirica-pop ed altri. In tutto cinque brani in video e Cd: spazio alla Grande Lirica per un pubblico più ampio.
 
 
Impegni professionali in cantiere 
In corso ci sono le prove ed il debutto al Teatro del Fuoco di Foggia-per un Musical con la regia di Virginia Barrett,a giugno sono Ospite d’Onore per gli Spettacoli della Lirica moderna al Castello “Forte la Carnale” di Salerno e sarò l’Ospite Speciale alla Serata della Festa della Repubblica Russa “Amicizia tra Russia ed Italia” ad Ischia,quindi a luglio sarò Ospite d’Onore al 44′ Edizione del Giffoni Film Festival.
 
 
Un consiglio per le ragazze che vogliono seguire la tua strada 
Quando si tratta di credere in voi stesse, puntate gli occhi sul bersaglio e non battete ciglio…se avete una meta,un sogno o un’aspirazione…CREDETE IN VOI STESSE mentre siete sulla strada verso la vostra destinazione e sarete già arrivate…Nel cammino della Vita, tenete Sempre la testa alta e continuate ad avanzare…Non permettete mai a nessuno di indebolire la fiducia in Voi stesse, perchè siete una creatura meravigliosa al Mondo!!!

Confermandosi ancora una volta all’avanguardia anche come promotore di grandi eventi nel settore della ricerca medico-chirurgica e dell’informazione scientifica, il Gruppo Garofalo di cui Presidente e Amministratore Delegato Maria Laura Garofalo, ha organizzato un congresso internazionale di cardio-chirurgia sul tema “20 years of Aortic Valve Sparing – 10 years of Valsalva graft”, che si terrà sabato 3 marzo a Roma presso lo Sheraton Parco de’ Medici Hotel.

Inoltre, per la cena di gala che come tradizione verrà offerta al termine dei lavori, il Gruppo Garofalo ha pensato di ospitare ricercatori, scienziati, chirurghi e giornalisti ma anche moltissimi vip in una dimora storica di sua proprietà, il Castello Orsini di Nerola (RM), da svariati anni adibita ad albergo a cinque stelle e che proprio in questo periodo è soggetta ad un piano di rilancio assai ambizioso.

Non a caso proprio la serata del 3 marzo sarà la cornice ideale per l’insediamento operativo del nuovo General Manager della struttura, Enrico Meoni.

Madrina dell’evento sarà l’attrice Barbara De Rossi a cui spetterà il compito di tagliare il nastro per l’inaugurazione della prestigiosa location, e molti i vip che hanno confermato la loro presenza tra cui Sergio Arcuri, Danny Mendez,Michele Cucuzza, Kaspar Capparoni, Gravina Vanessa, Matilde Brandi e tanti altri.

 IL CASTELLO ORSINI

Il Castello Orsini di Nerola, situato a circa30 kma nord di Roma, è una delle magnifiche dimore storiche di cui è ricco il nostro Paese. Situato su un piccolo borgo, perfettamente restaurato, con un sapiente adattamento è stato trasformato in un magnifico hotel, dalle atmosfere particolarissime che derivano non soltanto dalla sua storia millenaria ma soprattutto dall’aver conservato parte dei preziosi arredi del passato, che impreziosiscono le 50 camere che si affacciano su uno splendido panorama che spazia fino alla valle del Tevere.

Il Castello Orsini è attrezzato per ospitare nel migliore dei modi manifestazioni, meetings e convegni, disponendo di 12 sale per un totale di 270 posti a platea, 4 sale ristorante per un totale di 280 coperti. A disposizione della clientela anche uno splendido ristorante alla carta, riadattato nella vecchia cucina del Castello, un centro benessere e una piscina (che può essere coperta o scoperta a seconda della stagione).

Ma ciò che rende unica questa maison è la possibilità del connubio dell’attenzione ai dettagli con la massima discrezione in modo che l’ospite si senta come a casa propria, riuscendo nel contempo a rievocare con ovvio realismo le atmosfere medievali durante le periodiche serate di gala. In questi particolarissimieventi il CastelloOrsini si illumina al fuoco delle fiaccole, mentre lungo il ponte levatoio, sulle torri e sui camminamenti si esibiscono sbandieratori, tamburini e trombettieri in costume. In questo magico scenario gli ospiti possono comodamente assistere alle varie esibizioni assaporando cocktail e antipasti nel giardino rinascimentale o nel grande salone delle feste.

Romulo Sabio Salvador

Il Consigliere Aggiunto di Roma CapitaleRomulo Salvador, eletto in rappresentanza del Continente Asia,  esprime la sua soddisfazione per l’ottima riuscita del IV Viaggio Intercontinentale di studio dei redattori del “Dossier Statistico Immigrazione” Caritas e Migrantes che ha avuto luogo negli scorsi giorni.

“Ho  fatto parte del gruppo di studio contribuendo   a organizzarne la trasferta e programmando  gli incontri sul posto, perché sono convinto  che non vi è migliore via per conoscere una collettività che quella di andare sul posto, a contatto con le radici linguistiche, sociali, artistiche, ambientali e anche gastronomiche  degli immigrati. Grande è stata la soddisfazione nel vedere un gruppo di trenta persone approfondire con impegno i flussi migratori dall’Asia e appassionarsi alle Filippine, il mio Paese d’origine, dove il comune di Lemery, nella provincia di Batanga, ha riservato agli amici italiani un’accoglienza entusiastica.

In un contesto non sempre favorevole agli immigrati per la scarsa attenzione loro  dedicata, vorrei richiamare l’attenzione sul’attività,  consistente e discreta, che i filippini hanno realizzato in Italia nei due settori lavorativi a maggiore concentrazione di immigrati come  quello dei lavoratori presso le famiglie  e quello dei marittimi,   tutti  ambiti  nei quali  i filippini sono riusciti a farsi apprezzare.

Sono convinto che un’esperienza positiva come quella che abbiamo appena vissuto  trovi la sua piena valorizzazione soltanto se proiettata in una  programmazione più ampia. Per questo mi adopererò  coinvolgendo Roma Capitale, i redattori del “Dossier” Caritas/Migrantes, l’associazionismo e tutte le persone di buona volontà, per incentivare i rapporti e la solidarietà con le Filippine, a cominciare dal Comune di Lemery, un’area dalla quale  si continua a emigrare e per questo motivo particolarmente  bisognosa di attenzione.”

Santori con Alemanno

“Ci chiediamo quando saranno operative le 400 unità del personale della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri da impiegare per il controllo straordinario del territorio previste dal Terzo Patto per Roma sicura. L’incremento, annunciato più volte, rappresenta l’unico deterrente nell’azione di prevenzione e repressione dei fenomeni criminosi in città che non devono essere sottovalutati ancora” – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale in merito alla gambizzazione di un uomo  avvenuta all’alba nel quartiere di San Lorenzo.

“Chi se la prende con il Sindaco Alemanno ogni qual volta accadono episodi simili  non fa altro che appellarsi a considerazioni pretestuose prive di fondamento che non tengono in debito conto che il patto per Roma sicura è un documento condiviso e sottoscritto anche dal Prefetto e dai Presidenti della Provincia di Roma e della Regione Lazio, aspetto che evidenzia la complessità del fenomeno sul quale siamo in attesa di azioni concrete da parte del Ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, che ha presieduto alla firma dell’atto prendendo degli impegni inderogabili con tutta la città di Roma. E’ evidente che l’ottimizzazione del sistema di intelligence, soprattutto tra pregiudicati e volti noti alle forze dell’ordine, rappresenterà la chiave di volta contro il ripetersi di questi agguati. Evitare la sottovalutazione di ennesimi atti che turbano la tranquillità cittadina deve essere l’unica parola d’ordine” – conclude Santori.

Le irrispettose performance della Lega in Parlamento e quelle della sera del 21 dicembre in Senato, la dicono lunga sulle caratteristiche di una forza politica, peraltro fino a poco tempo fa al Governo del Paese come la Lega. Lo dichiara in una nota l’eurodeputato di Fli Potito Salatto 

“Al Parlamento europeo, dove il rispetto dell’istituzione prevale su tutto e in ogni occasione – aggiunge – saremo ancora una volta valutati come un Paese da Terzo Mondo. Con quale coraggio il senatore Calderoli, autore del porcellum che ha privato i cittadini del diritto di scegliere gli eletti, accusa oggi Monti di golpe perchè non legittimato dagli elettori?

 Toto’ gli direbbe: ‘Ma mi faccia il piacere”’

In molti lo considerano un politico atipico e di questa etichetta, lui, Potito Salatto ne va parecchio fiero. Sarà perché si tiene a debita distanza dai palazzi del potere e si trova più a suo agio tra la gente comune, a stretto contatto con la cosiddetta società civile. Da loro, d’altronde, ha ricevuto la legittimazione, ha avuto l’incarico di rappresentarli in Europa dopo diversi anni senza l’ombra di ruoli istituzionali.

Santori con Alemanno

“Lo sgombero odierno del mercato spontaneo di Largo Carlo Sacconi e Via Pietro Bembo, a Primavalle, segna la parola fine ai traffici illeciti da parte di nomadi che fino ad oggi hanno tenuto sotto scacco un intero quadrante della città, costringendolo al degrado, all’incuria ed all’insicurezza. Con questo provvedimento richiesto a gran voce dai residenti e dalle famiglie dei bambini del nido adiacente, l’amministrazione capitolina e la Polizia di Roma Capitale hanno dato un colpo di spugna al commercio abusivo ed all’inquinamento ambientale che ha ridotto la zona ad una discarica a cielo aperto, considerato che al termine di ogni giornata veniva bruciato l’invenduto nelle aree verdi circostanti, sprigionando diossina dannosa per la salute pubblica. Finalmente gli operatori dell’Ama potranno provvedere ad una più capillare pulizia di altre strade del quartiere, passate in secondo piano a causa di questa vera e propria emergenza settimanale. Ora è il momento della bonifica e della messa in sicurezza della zona e delle aree verdi circostanti, anche attraverso costanti pattugliamenti da parte delle forze dell’ordine. I cittadini, infatti, sono stanchi di essere presi in giro e subire l’immobilismo di chi è preposto ad individuare misure durature e definitive. Siamo convinti che gli organi competenti questa volta, a differenza del 2009,  troveranno un modo per evitare il ripetersi di questo scempio”  – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale.

by  On. Alessandro Onorato (Udc)rao_onorato

9 luglio 
BILANCIO: NO A MANOVRA LEGHISTA
Con questo bilancio il Sindaco Alemanno ha dovuto raschiare il fondo del barile: è una manovra che definisce il peso che i cittadini romani sono costretti a pagare per i tagli del governo Berlusconi a trazione leghista. Per rientrare degli oltre 300 milioni di mancati trasferimenti statali questa maggioranza ha dovuto caricare di tasse i romani, facendo arrivare alle stelle l’addizionale Irpef e stabilendo un record nazionale. E il futuro è sempre più nero, perché anche il prossimo anno sono previsti tagli per oltre 200 milioni. Roma e i suoi cittadini sono allo stremo: le condizioni di vita continuano a peggiorare, segno che la Capitale ha bisogno di un governo nazionale amico che possa garantire sostegno in un momento così delicato per la tenuta delle finanze comunali. L’unica nota positiva di questa manovra è l’introduzione concreta del Quoziente familiare, che anche grazie alla disponibilità della maggioranza, sarà applicato alla tariffa sui rifiuti (Tia), facendo risparmiare alle famiglie romane (in particolare quelle con due figl i o con un figlio disabile) ben 3 milioni di euro. E’ una vera e propria rivoluzione sociale: un primo passo verso un nuovo sistema fiscale che possa tener conto della reale consistenza delle famiglie, non limitandosi più a considerare solo il reddito.


7 luglio
SICUREZZA: NO AI TRASFERIMENTI AL CONTRARIO
No ai trasferimenti al contrario: non possono essere certo le amministrazioni locali, sfinite come sono dai tagli e dai debiti, a sostituirsi allo Stato e a ‘mettere qualche soldo per pagare gli straordinari e aiutare le forze dell’ordine’, come ha dichiarato oggi il Sindaco Alemanno e il suo delegato Ciardi. Sulla sicurezza la mancanza di fondi comincia a farsi sentire, e spetta al Governo dare risposte immediate ed efficaci, per garantire continuità alle indagini e una presenza costante delle forze dell’ordine sulle strade. La situazione a Roma è delicata e preoccupante, come confermano le dich iarazioni del Procuratore Pietro Grasso, che fanno presupporre una vera e propria faida tra criminali per mettere le mani sulla città. Fa bene quindi il Sindaco Alemanno a porre la questione con il Ministro dell’Interno e a non mollare la presa: lo Stato non può abbandonare la Capitale a se stessa.

6 luglio
STRISCE BLU: ADESSO REGOLAMENTARE SOSTA CON NOSTRA PROPOSTA
Bene che sia stato superato il vulnus amministrativo creato dalle giunte succedutesi fino ad ora, ma la delibera non si può limitare ad autorizzare le moto a parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu. Noi rilanciamo la questione, e chiediamo all’assessore Aurigemma di regolamentare tale sosta, per evitare che un solo motorino piazzato male posso occupare lo spazio di un’autovettura.
Basterebbe un intervento di immediata realizzazione e di facile comprensione per gli utenti: si disegnino nelle strisce blu gli spazi (non a pagamento) dedicati alle moto. In questo modo, in uno spazio dedicato a una macchina potrebbero parcheggiare agevolmente quattro moto. La multa dovrebbe scattare, ovviamente, solo per chi non rispetterà gli spazi delimitati.


30 giugno
BILANCIO: QUOZIENTE FAMILIARE È REALTÀ
Il Quoziente Familiare è finalmente realtà: introdotto dal Consiglio comunale il 7 ottobre 2010 con l’approvazione di una proposta di delibera a firma Udc, grazie a un emendamento alla delibera sulla tariffa rifiuti (collegata al bilancio 2011), sarà applicato alla Tia, facendo risparmiare alle famiglie romane 3 milioni di euro. In pratica, la tariffa sarà rimodulata, prevedendo uno sconto per i nuclei familiari di 4 componenti e per quelli di tre in cui vi sia un figlio con handicap. La proposta non comporta oneri aggiuntivi per il bilancio capitolino: la copertura economica infatti viene completamente assorbita dal maggior get tito derivante dall’attività di recupero dell’evasione.
Oggi raggiungiamo un risultato storico. Finalmente possiamo dare un segno tangibile alle famiglie romane, messe a dura prova dalla crisi economica e dall’aumento dell’addizionale Irpef, ad oggi la più alta d’Italia. Ci auguriamo che questa prima sperimentazione sia l’apripista per rivedere l’intero sistema delle tariffe comunali, considerando la reale consistenza dei nuclei familiari e non solo il reddito percepito.


28 giugno
ATAC: SU NUOVE ASSUNZIONI CONTINUA GIALLO
Continua il giallo senza fine sulle assunzioni in Atac dei 125 autisti interinali: prima il bando di Obie ttivo Lavoro durava appena 3 giorni, poi è stato prorogato a 8 (fino al 29 giugno) su nostra sollecitazione e oggi è addirittura scomparso. Abbiamo presentato un’interrogazione urgente al Sindaco Alemanno e all’assessore Aurigemma affinché facciano immediatamente chiarezza e garantiscano la trasparenza e l’accessibilità alla selezione. Roma e i suoi cittadini sono stanchi degli scandali, dei sotterfugi e dei concorsi a cui riescono ad accedere solo “amici e parenti di”. Chiediamo interventi immediati.


27 giugno
CRISI: ALLARMANTI DATI S.EGIDIO
Ormai a Roma sono sempre di più le famiglie che vivono solo per onorare i prestiti contratti con le banche o le finanziarie. È uno spaccato allarmante che denunciamo da tempo, anche per il dramma sociale che vivono i giovani lavoratori, massacrati da un sistema di welfare insufficiente e antiquato. Le istituzioni devono dare delle riposte immediate, altriment i continueranno a mortificare un’intera generazione che non può più credere nel futuro. Non possiamo sottovalutare questo campanello d’allarme: serve una reazione importante anche da parte dell’amministrazione capitolina che non ha mai brillato per politiche di tutela e di rilancio dell’economia. Rimodulare le tariffe dei servizi comunali applicando il quoziente familiare e tenendo conto del numero dei figli, della presenza di anziani, disabili o disoccupati è un primo passo avanti per una maggiore equità sociale. È evidente però che il Comune non può farcela da solo: il governo nazionale deve mettere in campo da subito interventi programmatici e riforme per dare una scossa al Paese, che è fermo ormai da troppo tempo.


27 giugno
BILANCIO: PER I ROMANI ECCO L’ENNESIMA TEGOLA
Il terzo bilancio targato Alemanno è l’ennesima tegola sulla testa dei romani: per colpa dei taglieggiamenti della Lega Nord mancano all’appello 250 milioni di trasferimenti statali, recuperati alzando le addizionali ben oltre la media italiana. Ma non basta essere la città più tassata del Paese, adesso arrivano anche i tagli e gli aumenti delle tariffe comunali. Non si riesce davvero a vedere luce. La sessione di bilancio sarà lunga e delicata: la coperta è corta e si rischia sempre di lasciare qualcuno fuori. Il nostro però sarà un atteggiamento costruttivo e oltre alle critiche porteremo – come abbiamo sempre fatto – anche proposte concrete. La nostra battaglia sarà l’applicazione del quoziente familiare, necessario per dare respiro alle famiglie romane, massacrate dalla crisi, dai tagli e dalle tasse. Rimodulare le tariffe in base al numero dei figli, alla presenza di anziani, disabili o disoccupati a carico è una priorità a cui non intendiamo rinunciare per ripor tare un po’ di equità sociale.

casini_onorato_1_417[1]by Alessandro Onorato (UDC)

28 aprile
COMUNE, SPERIAMO PROSSIMI DUE ANNI SIANO MIGLIORI
Speriamo che gli ultimi due anni dell’amministrazione Alemanno siano migliori dei primi tre. Ci sono ancora molte, troppe emergenze a cui dare risposte: come la questione nomadi, la manutenzione delle strade e del verde, e il record raggiunto di città più tassata d’Italia con l’addizionale Irpef allo 0,9. Non mi sembra davvero il momento per compiacersi: sulle tasche dei cittadini romani sta per abbattersi l’ennesimo bilancio lacrime e sangue, e mentre le tasse continuano ad aumentare per colpa dei ricatti della Lega Nord, che taglia i trasferimenti statali, sparisce perfino la copertura economica per il nostro Quoziente Familiare, che potrebbe rappresentare un sostegno concreto per le famiglie romane, tartassate dalla crisi e dalla pessima amministrazione. La strada da fare è davvero lunga, e invitiamo quindi il Sindaco a non soffermarsi sui bilanci politici, ma a mettere subito in campo un vero piano di sviluppo per la Capitale.


ISOLA SACRA, QUELLA DI GALAN NON SIA ‘TOCCATA E FUGA’
Siamo contenti del preziosissimo ritrovamento venuto alla luce negli scavi di Ostia antica, e ringraziamo il ministro Galan per la visita ai resti della nave romana. Ci auguriamo però che quella del ministro non sia solo una ‘toccata e fuga’, e che il governo non si dimentichi ancora una volta della preziosissima area archeologica di Ostia antica , che è ormai scomparsa nell’accorpamento alla sovrintendenza di Roma, sotto commissariamento da oltre due anni. Nonostante il continuo e splendido lavoro degli archeologi della sovrintendenza gli scavi di Ostia antica hanno bisogno di finanziamenti strutturali, perché di fatto al momento non ci sono fondi necessari per mettere in campo una reale valorizzazione di un patrimonio archeologico che per estensione in Europa è secondo solo a Pompei. Sarebbe bello che il ministro Galan non si presentasse a Ostia antica solo per fare qualche foto, ma che si ricordasse quotidianamente di questo inestimabile patrimonio archeologico con l’attenzione di bilancio che merita e che quel ministero non ha mai ottenuto. Altro che parchi a tema sull’antica Roma: il vero volano per il turismo e l’economia di quel quadrante è rappresentato dal rilancio dell’area archeologica, se solo venisse giustamente valorizzata.


FONTANA  di TREVI, AZIONI GRAVISSIME CHE DANNEGGIANO ROMA
Invitiamo il Sindaco Alemanno e il Comandante Angelo Giuliani a prendere immediati e severi provvedimenti nei confronti dei vigili urbani che hanno compiuto gli abusi e le irregolarità mostrate ieri sera dal servizio televisivo de ‘Le Iene’, azioni che gettano discredito sull’intero corpo della polizia municipale e sulla città. Che ci siano dei vigili urbani che tollerano, o addirittura favoriscono, dei reati costituisce un gravissimo danno all’immagine della Capitale, che non può passare come la città in cui la furbizia, la prepotenza e l’illegalità hanno sempre la meglio, soprattutto verso chi invece le regole le rispetta. Si accertino rapidamente i fatti e si mettano immediatamente in campo sanzioni contro chi ha macchiato con il suo comportamento la reputazione di Roma.

27 aprile
ATAC: BUON LAVORO A NUOVI VERTICI
Auguro un buon lavoro ai nuovi vertici di Atac: al Presidente Francesco Carbonetti, al nuovo amministratore delegato Carlo Tosti e al direttore generale Antonio Cassano. Mi auguro che questo cambio al vertice, l’ennesimo dell’era Alemanno, sia il punto di partenza di una vera svolta per l’azienda di trasporti capitolina. Innanzitutto ci aspettiamo chiarezza e soluzioni concrete sulla vicenda ‘Parentopoli’: chi ha sbagliato paghi, chi è stato assunto senza titoli vada a casa e chi non ha mansioni specifiche sia riqualificato. Ma soprattutto basta sperperare i soldi dei cittadini: il nuovo piano industriale deve permettere ad Atac di trasformarsi da carrozzone politico che produce solo debiti nella moderna ed efficiente azienda di cui i suoi lavoratori e la Capitale hanno urgente bisogno. Tutte le forze politiche mettano in campo un sano confronto costruttivo. Noi siamo pronti al dialogo, perché crediamo che si debba remare tutti nella stes sa direzione: il ‘tanto peggio tanto meglio’ non aiuta certo la nostra città e l’azienda.

CONSOB, SPOSTAMENTO A MILANO ENNESIMA STERILE POLEMICA
Lo spostamento della Consob a Milano è l’ennesima trovata strampalata della Lega, una provocazione che non varrebbe nemmeno la pena di raccogliere, se non fosse che i romani sono davvero stufi di essere lo zimbello di questa maggioranza. Dopo i tagli ai trasferimenti statali e l’addizionale Irpef più alto d’Italia, gli insulti targati Salvini sono la goccia che fa traboccare il vaso. Lo spostamento della Consob in un’altra città sarebbe uno sperpero inutile di risorse, e mi fa sorridere il fatto che una progetto tanto dispendioso venga dal partito del ministro Tremonti, tanto attento ad evitare sprechi e spese non necessarie. Comprendiamo che, con le amministrative alle porte, Salvini sia in cerca di celebrità, ma sarebbe megli o se la prossima volta evitasse proposte insensate solo per il gusto di creare l’ennesima sterile polemica ai danni del Paese e della Capitale.

21 aprile
S.EGIDIO, APPELLO NON RIMANGA INASCOLTATO
Le parole della comunità di Sant’Egidio sono un monito importante che non deve rimanere inascoltato: l’amministrazione Alemanno si è dimostrata inadeguata nell’affrontare la questione nomadi e assolutamente incapace di gestire l’emergenza dei profughi tunisini.
L’idea di dividere i nuclei familiari dei nomadi  è inumana e inefficace ai fini della sicurezza. La politica degli sgomberi a tutti i costi non ha senso se non si mettono in campo provvedimenti seri e concreti per l’integrazione e il sostegno delle persone più deboli, cioè donne e bambini. Dalle giunte passate fino ad oggi  nulla è cambiato sulla questione rom. La denuncia della comunità ; di Sant’Egidio dimostra il fallimento del Sindaco Alemanno nelle politiche di integrazione e accoglienza.

20 aprile
ATAC: Sì A CONFRONTO NELL’INTERESSE DELLA CITTÀ
Bene l’apertura alle opposizioni del Sindaco Alemanno. Crediamo che il dialogo  sia fondamentale per portare finalmente le giuste risposte alla città e, nello specifico, all’Atac. Lo invitiamo quindi a passare dalle parole ai fatti e  a mettere subito in campo una sana e risolutiva concertazione. Siamo pronti al confronto con la maggioranza  per trovare una soluzione condivisa sul futuro dell’Atac nell’interesse dell’azienda, dei cittadini e degli oltre 12mila dipendenti.  La nostra è un’opposizione costruttiva e non certo votata al ‘tanto peggio tanto meglio’: lo abbiamo dimostrato già in diverse occasioni, come con l’incontro pubblico “Quale futuro per Atac” a cui ha partecipato anche l’assessore Aurigemma, che ha r accolto con grande comprensione le nostre numerose critiche e proposte.

19 aprile
MUNICIPIO XVI, ASSURDO BOCCIARE INNO MAMELI
Ci affidiamo al Presidente del XVI Municipio Bellini, verso cui nutriamo grande stima e rispetto, affinché persuada il consiglio municipale a tornare sui suoi passi. Bocciare l’esecuzione dell’inno di Mameli prima delle sedute è davvero una vergogna. L’inno è un patrimonio di valore inestimabile per il nostro Paese che dovrebbe unire tutti, in particolar modo nella Capitale, a prescindere dalle idee politiche e dalle casacche di partito. Mi auguro quindi che i consiglieri di sinistra che hanno votato contro questo provvedimento ritornino presto a consigli più miti e decisamente più degni del ruolo istituzionale che sono chiamati a ricoprire.

Emanuela del Zompo

Emanuela del Zompo

by Emanuela del Zompo

Tutti in radio con Stefano Ferretti e SF RAdio: Magic fly festeggia il primo anno di nascita della radio con ospiti vip e premiazioni, tra cui la neo scrittrice Emanuela Del Zompo (Grace, edito d a Bastogi), Little Tony ed Antonella Bavaro.

La festa è  stata presentata e condotta da Stefano Ferretti, che ha accolto gli ospiiti per offrire loro… il premiio offerto dalla sua trasmiissiione ISTINTI MUSICALI.

Tutti gli artiistii emergenti  sono stati  accompagnati da WookieDJ  e della sua trasmiissione SONORICA_MENTE.

Alla serata ha partecipato il viincitore del programma radiofonico LA CORRIDA DI SF RADIO ” Diego Iacono ” , ideato e condotto da Carmiine Del Duca.
Lo stesso  si esibito in un brano dal viivo.

Nel corso della serata si sono esibiti alcuni degli artisti live.

Tra gli ospiti a sorpresa si sono presentati…….Paolo Del Prete,M.Giovanna De Santis, Samantha Discolpa, Tony Capuozzo,Remo Croci, Enrico Beruschi, Jun Ichikawa, Little Tony, Antonella Bavaro, Francesca Giovannetti, Leonardo Carabellese, Tiziano Orecchio, I Seguaci dell’Hobbit, Elisa Rossi,Luca Leoni Enriche, Gianna Martorella,I Senso Sonoro, Desirè Dominici, Mirko Bugliani, Alex Cellentani, Pierfrancesco Madeo, Marco Francomano , Andrea Annecchini , Luigi Cirulli, Stefano D, Emanuela del Zompo, Pino Flamini, Roberto papalia, Gianni Mazza, Diego Iacono, Luca Guadagnini ( Vernice), Inoltre  presente alla festa il cantautore e trasformista STEFANO D noto al pubblico per la sua particolarita’ nel presentarsi cone L’Artista gonfiabile.
La serata  ripresa da VAN TV ITALIA e verrà trasmessa in differita su SF Radio nei prossimi giorni.