Antonio Catania Gianluca Ramazzotti  Miriam Mesturino, con la partecipazione straordinaria di Raffaele Pisu commedia in due atti di Ray Cooney  versione italiana di Luca Barcellona il seguito di  Se devi dire una bugia dilla grossa! e con Ninì Salerno e  Licinia

scene   Gianluca Amodio,  costumi   Graziella Pera, musiche originali Gianluca Guidi

 regia di Gianluca Guidi

 Dopo lo straordinario successo di Chat a due piazze, Gianluca Ramazzotti torna con Antonio Catania e  Miriam Mesturino, ancora una volta supportati dalla irrefrenabile simpatia di Raffaele Pisu e con la simpatica verve di Ninì Salerno e l’eleganza di Licinia Lentini,   nella versione italiana della nuova esilarante commedia degli equivoci di Ray Cooney, che vanta il prestigioso premio “Lawrence Olivier” come migliore commedia dell’anno a Londra.

Rappresentata in tutto il mondo (con enorme successo a Parigi con il titolo di Panique au Plazza e a Madrid come Politicamente Incorrecto) è il seguito dell’altra importante commedia di Ray Cooney Se devi dire una bugia dilla Grossa, dove i personaggi principali si ritrovano anni dopo nell’Hotel Palace, ingarbugliati in una vorticosa serie di bugie per nascondere addirittura un cadavere che non vuole proprio saperne di passare inosservato.

Invece di presenziare al Consiglio dei Ministri, l’On. De Mitri, Ministro di Governo, sta per passare la notte con la sua amante, Ufficio stampa dell’opposizione, nella bellissima suite 648 dell’Hotel Palace. Purtroppo per loro niente andrà come previsto. Un cadavere appare dietro la grande finestra e il personale dell’albergo è troppo impiccione. Venti di panico soffiano sull’Hotel Palace e lo scandalo sta per scoppiare. Fortunatamente l’Onorevole De Mitri può contare sul suo fedele portaborse, Mario Girini, che con tutte le sue forze affronterà le situazioni più incredibili e divertenti … per la gioia dello spettatore.