Vai ai contenuti

Archivio

Archivio per Aprile 2011
On Tetyana Kuzyk e il sindaco di Roma On. Gianni Alemanno

On Tetyana Kuzyk e il sindaco di Roma On. Gianni Alemanno

“La vera integrazione passa attraverso diritti e doveri”. Lo affermano i Consiglieri Assembleari Aggiunti capitolini  in merito alle situazioni  che si sono venute a creare  negli scorsi giorni nel contesto cittadino romano.

“Le politiche di integrazione e di accoglienza  devono essere perseguite nell’ambito di un modello di integrazione condiviso, basato sul rispetto reciproco. L’accoglienza ha senso soltanto se è  per un breve periodo,  quello necessario per trovare un lavoro, una casa o comunque per fare un percorso di integrazione nel caso di  coloro che intendono rimanere nel territorio.

Chiediamo quindi che ognuno faccia la propria parte, ma con il presupposto della realizzazione di un indispensabile  modello di integrazione condiviso .”

CONTRADDIZIONI A TEATRO di FRANCESCO ASTIASO GARCIA

 a cura di Teresa Emanuele

garciaAncora una volta il Teatro Quirino Vittorio Gassman offre il suo spazio espositivo a giovani artisti di talento. E’ la volta di Francesco Astiaso Garcia, italo-spagnolo, classe ‘83, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Roma, che ha già suscitato l’interesse della critica in occasione di varie mostre personali in Italia e all’estero.

La ricerca artistica di Astiaso Garcia spazia dalla fotografia, alla pittura, alla scultura, con tecniche sperimentali e contemporanee. L’artista si cimenta inoltre nell’esecuzione di affreschi e pitture murali.

Le opere in mostra al Quirino che Astiaso Garcia definisce “materiche” sono realizzate con tecniche miste fra le più svariate come il collage e raccolgono pigmenti, colore, oggetti e un ready-made offerto dalla natura.

In occasione dell’inaugurazione della mostra, martedì 3 maggio a partire dalle ore 19.30, verrà offerto un aperitivo.

 Sarà presente l’artista.

 Teatro Quirino Vittorio Gassman - Via delle Vergini 7 – 00187 Roma – Orario: tutti i giorni dalle 8.00 alle 24.00

by Giulio de Nicolais

images“Non serve schizofrenia o comunicati stampa multi firma per affrontare un tema serio come quello dell’ATAC, sul quale credo, che tutti all’interno del PD la pensino allo stesso modo – dichiara Marco Di Stefano  consigliere e coordinatore regionale dell’Area  Letta- e bene fanno Piva e Stampete a dire in sintesi quello che tutti gli altri amici del PD , ad iniziare dal nostro segretario romano Miccoli , hanno annunciato nelle varie agenzie di stampa.

Discussione vera all’interno del partito, azzeramento degli organi responsabili del fallimento Atac e Consiglio Comunale Straordinario, con un nuovo progetto, possibilmente condiviso all’unanimità, per il rilancio del Trasporto Pubblico Locale di Roma”.

“Ritengo  – conclude Di Stefano – che sia estremamente importante trasmettere ai cittadini romani, ai  nostri elettori che il Partito Democratico è , come giustamente sostiene anche il Commissario  regionale CHITI, all’opposizione  e pur dimostrando grande senso di responsabilità politica per salvare l’azienda e migliaia di lavoratori, lì rimane con convinzione, senza indugi, sempre , finchè  governerà Alemanno.”

schokONE MAN SHOCK

di Emiliano Reggente

con Emiliano Reggente e Evelin Facchini

Ancora in scena fino al 23 aprile lo spettacolo teatrale One Man Shock regia di Emiliano Reggente, con Emiliano Reggente e Evelin Facchini, presso il Teatro dell’Orologio (Via dei Filippini 17/A – Roma).

Grande successo di pubblico per la prima settimana!

“Progetto ambizioso raccontare l’assoluto, ossia la totalità dei nostri sentimenti e il rapporto con la fede, benché alleggerito dalle battute romanesche e da intermezzi ballati muti che riportano alla tradizione del teatro gestuale e alla cinematografia di Chaplin, Jacques Tati e Ridolini e comunicanti quell’essere inadeguati che molto spesso ci coglie durante la nostra vita.” R.Mazzoni

E se il “dopo” fosse divertente? Una stazione di transito, apparentemente deserta è lo spazio in cui si trova all’improvviso il protagonista di questo spettacolo. E’ l’inizio di un viaggio popolato da ricordi e suggestioni che hanno attraversato la sua vita terrena. Ad accompagnarlo una presenza femminile, interpretata da Evelin Facchini, intangibile come il tempo che passa, pronta a mostrargli che quello che appare come una “fine” potrebbe essere un nuovo inizio. Tra cabaret, danza e teatro gestuale, un one man show ambientato nell’aldilà per scoprire che si può ridere anche tra le nuvole.

Musiche originali dei Madreperla, si distinguono come portatori di una proposta musicale in Italiano diretta ed essenziale, con riff efficaci, suoni crudi e derive melodiche molto curate nei particolari. Hanno diviso il palco con Le Vibrazioni, Deasonika, Giorgio Canali, Le luci della centrale elettrica, Pino Marino, Umberto Palazzo, A Toys Orchestra.

ONE MAN SHOCK

Repliche dal 12 al 23 aprile 2001

Dal Martedì al Sabato ore 21

Domenica ore 18

TEATRO DELL’OROLOGIO

Via dei Filippini 17/A – ROMA

A sinistra la centrale di Fukushima (Japan) a destra quella di Chernobyl (Ucraina)

A sinistra la centrale di Fukushima (Japan) a destra di Chernobyl (Ucraina)

 

Il 26 aprile ricorre l’ anniversario di un tragico avvenimento, quello dei  25 anni dal disastro di Chernobyl, l’incidente nucleare che ha raggiunto il massimo dei livelli verificatesi fino ad oggi.

La contaminazione ambientale, oltre a decine di migliaia di vittime dirette e indirette, ha causato gravi ed estesi effetti sulla salute e sul territorio: una nube di materiali radioattivi fuoriusciti dal reattore contaminarono pesantemente vaste zone attorno alla centrale, rendendo necessaria l’evacuazione di circa 336.000 persone .

Nubi radioattive  con livelli di contaminazione minori raggiunsero anche l’Europa orientale, la Finlandia e la Scandinavia, arrivando in  Italia, Francia, Germania, Svizzera, Austria e Balcani fino a parte della costa orientale del Nord America.

Per riflettere su tutto questo, aderendo alla richiesta della Consigliera Assembleare aggiunta per il Continente Europa Tetyana Kuzik, nel corso della seduta del  18 aprile l’Assemblea Capitolina ha osservato un minuto di silenzio: un modo per onorare tutte le vittime dei disastri nucleari avvenuti nel mondo e in particolar modo quelle dell’attuale tragedia di Fukushima, con la speranza che una maggiore saggezza dell’uomo possa evitare altre  simili catastrofi.

Sempre nell’ambito del 25°anniversario di Chernobyl il prossimo 30 aprile viene proposto alla Casa della Memoria e della Storia un convegno organizzato in collaborazione con l’Ambasciata d’Ucraina di cui si allega il programma.

Emanuela del Zompo

Emanuela del Zompo

by Emanuela del Zompo

Tutti in radio con Stefano Ferretti e SF RAdio: Magic fly festeggia il primo anno di nascita della radio con ospiti vip e premiazioni, tra cui la neo scrittrice Emanuela Del Zompo (Grace, edito d a Bastogi), Little Tony ed Antonella Bavaro.

La festa è  stata presentata e condotta da Stefano Ferretti, che ha accolto gli ospiiti per offrire loro… il premiio offerto dalla sua trasmiissiione ISTINTI MUSICALI.

Tutti gli artiistii emergenti  sono stati  accompagnati da WookieDJ  e della sua trasmiissione SONORICA_MENTE.

Alla serata ha partecipato il viincitore del programma radiofonico LA CORRIDA DI SF RADIO ” Diego Iacono ” , ideato e condotto da Carmiine Del Duca.
Lo stesso  si esibito in un brano dal viivo.

Nel corso della serata si sono esibiti alcuni degli artisti live.

Tra gli ospiti a sorpresa si sono presentati…….Paolo Del Prete,M.Giovanna De Santis, Samantha Discolpa, Tony Capuozzo,Remo Croci, Enrico Beruschi, Jun Ichikawa, Little Tony, Antonella Bavaro, Francesca Giovannetti, Leonardo Carabellese, Tiziano Orecchio, I Seguaci dell’Hobbit, Elisa Rossi,Luca Leoni Enriche, Gianna Martorella,I Senso Sonoro, Desirè Dominici, Mirko Bugliani, Alex Cellentani, Pierfrancesco Madeo, Marco Francomano , Andrea Annecchini , Luigi Cirulli, Stefano D, Emanuela del Zompo, Pino Flamini, Roberto papalia, Gianni Mazza, Diego Iacono, Luca Guadagnini ( Vernice), Inoltre  presente alla festa il cantautore e trasformista STEFANO D noto al pubblico per la sua particolarita’ nel presentarsi cone L’Artista gonfiabile.
La serata  ripresa da VAN TV ITALIA e verrà trasmessa in differita su SF Radio nei prossimi giorni.

35003_1325750539583_1105475668_30719925_5133374_nL’immagine che vuoi rendere di te: Chi sei.

Sono una ragazza mediterranea che vive di musica, che segue la moda e a cui piace il divertimento.

Di che segno zodiacale sei?

Del segno del Cancro.

Che tipo di pizza è la tua preferita.

Le mie pizze preferite sono due la Margherita ed il Tronchetto, una specialità che viene fatta in un paesino in provincia di Napoli.

Breve storia della tua carriera professionale

La mia carriera ha avuto inizio all’età di quattro anni circa, quando insieme a mio padre ho iniziato a muovere i primi passi verso un microfono. Col passare del tempo mi accorgevo che quando cantavo ero spinta da un’energia e da un calore che mi salivano dai piedi al suono, tanto che decisi di andarmi a tatuare sul piede un pentagramma con al di sotto una scritta “Ogni mio passo è musica”. Fu così che poi, quasi per gioco, all’età di 14 anni ho deciso di incidere il mio primo lavoro discografico intitolato  “La Musica, la mia passione”. E’ da allora che ho partecipato a numerosi Talent televisivi tra cui A tutto gas” su Italiamia2, “Sfida la Voce su Canale Italia, “Village Music Lab” su Canale Italia. Ho vinto il Talent Show di Napoli“, ho partecipato al Festival di cant’Atella classificandomi prima e tante altre manifestazioni e concerti di piazza.

Il tuo sogno

Il mio sogno è quello di salire un giorno sul palco del Teatro Ariston e partecipare al Festival di Sanremo.

Il tuo abito preferito

Il vestitino trendy e per l’occasione anche il tubino classico.

Il tuo attore preferito

Gabriel Garko.

Il tuo stilista preferito

Dolce e Gabbana.

Il tuo progetto professionale

Il mio progetto professionale è quello di preparare un nuovo lavoro discografico che mi regali tante soddisfazioni e soprattutto tanto successo.

Impegni professionali in cantiere

I mie impegni professionali sono in ordine di date, il 30 Aprile al Teatro “Lendi” a Napoli per la XIV Edizione della manifestazione PULCINELLAMENTE, Il 6 Maggio al Teatro “ACACIA” di Napoli per una serata di beneficienza, il 28 Maggio il Concerto in Piazza a CISTERNA DI LATINA e tante altre date.

Un consiglio per le ragazze che vogliono seguire la tua strada

Un consiglio che mi sento di dare alle ragazze che come me vogliono innamorarsi della musica è quello di non fermarsi mai davanti agli ostacoli soprattutto quelli più difficili: “ricordatevi sempre che tutto è possibile.  Se si crede davvero in quelloche si fa, ogni sogno può diventare realtà”.

nokiaRoma – Nokia ha recentemente presentato la nuova versione di Symbian, il suo sistema operativo mobile “open for business”, giunto ormai al terso aggiornamento. La nuova versione, che troveremo già integrata nei nuovi smartphone X7 e E6, verrà comunque presto distribuita anche ai possessori dei modelli N8, E7, C7 e C6-01. Questa la promessa del produttore finlandese. (continua)

giselle3Accademia Ucraina di Balletto

presenta Royal Czech Ballet

GISELLE

étoiles ospiti Nadejda Scepaciova e Vladimir Statnii

musiche Adolphe Adam

coreografie rivisitate da Alexandru Frunza

Il balletto classico torna al Teatro Quirino con un’ imprescindibile opera del periodo romantico, Giselle il cui libretto nacque  dall’idea di Théophile Gautier, romanziere francese, e venne poi musicato, da Adolphe-Charles Adam. Giselle è una contadina bella e solare,  che suscita la curiosità e l’amore di un principe, Albrecht.

Quest’ultimo la seduce fingendosi un popolano pur essendo promesso ad un’altra. La giovane scoprirà l’inganno dopo l’intervento di un suo invidioso spasimante, e dal dolore impazzisce e muore. La giovane si paleserà di nuovo ad Albrecht, disperato e in preda al rimorso,  sotto le sembianze di una villi, spirito di donna morta non ancora sposata. Le altre villi, solidali con la compagna, cercano di sfinire Albrecht facendolo danzare ma Giselle, lo salverà, sostenendolo fino all’alba.

Il Royal Czech Ballet si presenta con un  allestimento tradizionale, nel senso più classico del termine, confrontandosi con una parte importante del canone di repertorio: i professionisti internazionali che compongono la compagnia, arricchiscono lo spettacolo con le loro diverse esperienze e le loro particolarità.

papottoIn concerto al William’s Club di Roma la sera del 30 Marzo 2011 il “ALVITI & PAPOTTO DUO” tra i lunghi applausi di un  appassionato pubblico che gremiva il  noto locale. Massimo Alviti alla chitarra e Alessandro Papotto al clarino hanno riproposto alcuni brani del loro primo CD dal titolo “Le immagini della musica” , come “Vecchia radio”, “Il saltimbanco”, “La prima rondine del 2000″, ”Indiana”, ”Nebbia”, “Notte, giorno, notte”, “Cercando la via” e ”Mare d’inverno” ma ne ha anche proposti di nuovi come “Vele”, “Samadhi”, e “Pour Michelle”, ritagliando poi anche uno spazio solistico per la chitarra con “Il faro di Pierres Noires” e per i fiati con “La grotta del gelo”.

Il tutto eseguito in una chiave inusuale per i due musicisti abituati a suonare in maniera sempre molto vicina alla musica classica: la serata è stata infatti “condita” dall’uso di effetti sonori e sovrincisioni effettuate con l’aiuto di due loop station che hanno aiutato non poco alla creazione di ulteriori immagini sonore già ben evocate dalle note dei brani. Il pubblico ha molto apprezzato la nuova veste di alcuni di questi brani ascoltando in religioso silenzio le atmosfere evocate dai due artisti. Alla fine del concerto Alviti e Papotto hanno promesso a breve la pubblicazione del loro secondo disco.

Il progetto “ALVITI & PAPOTTO DUO” è nato a Roma nel 1997 da un’idea del chitarrista Massimo Alviti e del papotto1polistrumentista Alessandro Papotto. I due compositori ed eccellenti interpreti, che vantano nel loro percorso artistico prestigiose collaborazioni, (Avion Travel, Banco, Mauro Pagani per quanto riguarda Papotto, Rodolfo Maltese e Raffaele Simeoni per quanto riguarda Alviti), con il loro repertorio di brani originali affermano di voler stimolare l’inconscio dello “spettatore”.

L’ottimo fingerstyle di Massimo Alviti e il virtuosismo del clarinetto, del sax e del flauto di Alessandro Papotto si fondono in un concerto da ascoltare quasi ad occhi chiusi  per lasciarsi trasportare dalle immagini della fantasia. Il primo e finora unico cd dal titolo “Le immagini della musica” è un autoproduzione dell’Aprile 2009 a nome ”Alviti & Papotto Duo”. Sul disco sono presenti 13 brani tutti originali ad eccezione di “Bordel 1900″ che è un adattamento per clarinetto e chitarra ad opera di Alessandro Papotto di un brano di Astor Piazzolla.

I brani originali sono stati tutti composti da Massimo Alviti ad eccezione di “Cercando la via” che è invece stato scritto da Alessandro Papotto e su cui compare l’unico ospite del disco: il pianista Antonio Zappulla. Dalla loro musica si possono percepire le anime classiche, rock e jazz dei due musicisti. Il loro è un disco pieno di eleganza con brani all’altezza delle colonne sonore di maestri come Rota o Morricone, e altri che si avvicinano con raffinatezza allo swing e alla world music. Un album vivamente consigliato da apprezzare nella sua interezza per la sublime intesa tra i due artisti, ma anche nei singoli brani: dei gioielli che, come tutta la grande musica, continueranno a rimanere nella mente di chi li ascolta.